L’America (ri)scopre la “fame” d’Italia

Attraverso un tour culinario-regionale, il cibo racconta la storia del nostro Paese

prosciutto crudo, parmigiano e altro cibo italiano Ad personam

L’America (ri)scopre la “fame” d’Italia

Il cibo può essere una motivazione al viaggio? E si potrebbe costruire un itinerario lasciandosi ispirare dal cibo?

E in quanti, nelle TV straniere e non solo, hanno provato a raccontare l’Italia, le sue bellezze e le sue eccellenze enogastronomiche negli ultimi anni?

Per AdPersonam la risposta a queste domande è senza dubbio sì e, sicuramente, è difficile tenere il conto di quanti nelle TV straniere hanno tentato di raccontare l’Italia attraverso il cibo. E a misurarsi con la sfida di raccontare il nostro Paese stavolta è stata anche l’emittente televisiva nord americana CNN (la versione americana di Rai News24 o di TGcom 24) che ha deciso di produrre una serie TV (ed ha annunciato che vi sarà anche la seconda stagione) per parlare dell’Italia attraverso la nostra cucina tradizionale. La serie, in onda dal 14 Febbraio, vede nell’attore Stanley Tucci (ha recitato in diversi film e, solo per richiamarne un paio alla memoria: “Il Diavolo veste Prada” e “ Un amore a 5 stelle”) il moderno “Cicerone” gastronomico alla scoperta dei segreti della cucina italiana, semmai segreti si possano scoprire!

Per il momento i sei episodi di questa prima serie sono stati girati nelle città più grandi, Roma, Milano, Firenze, Napoli, Bologna, e sono arricchiti con le specialità regionali più note, preparate nelle cucine di famiglia e nei ristoranti tipici. Evidentemente molti americani, e non solo, vogliono esplorare o (ri)visitare l’Italia. Ha detto Tucci annunciando la serie: “In un momento in cui tutti desiderano viaggiare, ogni puntata trasporta i telespettatori nel passato e presente culturale italiano attraverso la straordinaria cucina”.

Condividiamo questa sua affermazione; in Italia tutte le ricette, tradizioni e prodotti sono regionali o addirittura locali, che si tratti di pane, pasta, formaggi, salumi, dolci o quant’altro.

È questo certamente un modo per costruire un’idea di “paesaggio enogastronomico”, in altre parole quell’insieme di cultura, persone, ambiente, attività e prodotto tipico, che il turista dovrebbe prendere sempre più in considerazione quando sceglie la meta del suo prossimo viaggio. Il merito di questa come di molte altre serie tv è quello di ispirare l’audience attraverso il cibo, la cultura e le persone. Che si tratti di andare alla ricerca di chef stellati, di prelibatezze locali, questo può sicuramente diventare il pretesto e il tema per un viaggio esclusivo ed indimenticabile.

Come Tucci, in “Searching for Italy” ha presentato ai telespettatori chef locali, produttori di vino, agricoltori e produttori, storici e guide, AdPersonam ti aiuta a diventare protagonista di queste esperienze perché c’è molto di più rispetto a quanto mostrato nelle puntate dello show dedicate a ogni regione o nelle destinazioni che non hanno trovato posto nei singoli episodi.